Pubblicato in: Cucina, La sfida della cassetta

La sfida della cassetta – l’incubo del cavolo viola 2

Nella cassetta di questa settimana, per fortuna, non c’è traccia del cavolo viola (qui la storia della cassetta). Purtroppo sono indietro di un cavolo e mezzo, che stazionano nel frigo guardandomi male ogni volta che lo apro e mi scappa una smorfia.

Prima di mangiare qualsiasi altra cosa, almeno mezzo lo devo cucinare. Ma come?

L’esperimento dell’altra volta (qui l’articolo) è stato un disastro e ho bisogno di fare qualcosa di nuovo.

Così decido di tentare quello che ancora non avevo tentano: il pesto.

L’idea mi è venuta pensando che il frullino rende mangiabili anche le foglie delle carote, quindi perché non provare?

Il maledetto cavolo viola
Il maledetto

Inizio tagliando il cavolo a pezzi e mettendolo nel frullino con noci e olio di oliva, quello nuovo che è buonissimo e piccante, perfetto per rimpiattare un po’ il sapore del cavolo del cavolo.

Pesto di cavolo viola
Ancora non è invitante ma aspettiamo

Nel frattempo faccio sciogliere nell’olio un paio di acciughe, perché ho letto da qualche parte che col cavolo ci stanno bene, e soffriggere un paio di spicchi d’aglio.

Soffritto con aglio e acciughe
Soffritto con aglio e acciughe

In effetti l’odore del pesce unito all’aglio che sfrigola nell’olio mi tira un po’ su il morale!

Mentre la pasta, rigorosamente corta perché a me piace così, cuoce in acqua bollente, aggiungo la polpaglia frullata di cavolo e noci al soffritto e li faccio andare insieme finché non diventano di una bella consistenza cremosa.

A questo punto, basta solo farci saltare la pasta, una volta ultimata la cottura, ed è pronto!

Pasta con pesto di cavolo viola
Et voila

Devo dire che il colore è bellissimo, e il sapore più che onesto. Forse questo può diventare il mio modo preferito di mangiare il cavolo, dopo il mangiarlo crudo.

Poco lavoro e ottimo risultato: consigliato!

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...