Pubblicato in: Cucina, La sfida della cassetta

La sfida della cassetta – i cardi 3.0

Un grande ritorno in quella che probabilmente sarà l’ultima cassetta prima della zona rossa in Toscana (qui la storia della cassetta), sono loro: i cardi.

Questa è la terza volta che mi capitano, ed è una giornata in cui la fantasia culinaria langue, quindi mi butto sull’autoreferenziale e decido di rileggermi i due articoli del blog in cui parlo di cardi, per prendere spunto.

Per fortuna sono una persona onesta, per cui scopro che ho preferito i cardi in umido a quelli gratinati e decido di continuare sulla quella strada.

Un mazzo di cardi
I protagonisti di oggi

Una volta fatta la pulizia, che è decisamente la parte più noiosa, decido che oggi un po’ di maiale mi ci va proprio (strano!) e aggiungo dei pezzi di pancetta nel soffritto di cipolla che compone la base del sugo.

Soffritto di cipolla con pezzi di pancetta
Cipolla e pancetta

Mentre i cardi, puliti e tagliati a tocchetti, lessano nella loro pentola, aggiungo la salsa di pomodoro nella padella e la faccio andare un po insieme alla cipolla e alla pancetta.

L’odore che si sprigiona in cucina è talmente buono che questo sugo me lo mangerei a cucchiaiate anche senza cardi, ma resisto alla tentazione e aspetto che siano belli cotti.

A questo punto siamo quasi pronti: basta riunirli alla loro magica salsina e farli andare un po. Pronto!

il piatto pronto per essere mangiato
Et voila

Anche se l’aspetto non è il massimo, vi assicuro che la soddisfazione è totale.

E per la futura me che cerca spunti: questo è il tuo modo preferito per mangiare i cardi!

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...