Pubblicato in: Cucina, La sfida della cassetta

La sfida della cassetta – “involtini del cavolo”

L’arrivo dei primi freddi coincide, in termini di cassetta, con l’arrivo dei primi cavoli (qui la storia della cassetta).

In particolare, questa settimana, abbiamo un cavolo cappuccio di duemila kg, che mi fa venire lo sconforto solo a guardarlo. Come riuscirò a farlo fuori tutto?

Ma siccome domani è un altro giorno, e oggi non ho nessuna voglia di pensarci, posso permettermi di usarne solo un paio di foglie e poi….si vedrà

Così, complice un’ospite a cena (ciao Rachele!), metto da parte qualche foglia di cavolo da sbollentare per farci gli involtini.

Mente le foglie bollono, in modo da risultare più morbide e docili all’avvolgimento, preparo il soffritto per il macinato. Perché gli involtini senza la carne che involtini sono?

Una pentola di soffritto
Soffritto classico

Per coincidenze astrologiche, anche le carote e il sedano provengono dalla cassetta, ma quella della volta scorsa. A dire il vero il sedano viene dal freezer, che ne è pieno, e mi sa che i coltivatori quest’anno hanno sbagliato le dosi, perché ci hanno dato sedano una settimana si e una no per MESI…tanto che molti di noi hanno iniziato a regalare mazzi di sedano in giro come se fossero mazzi di fiori.

Una volta fatto ben rosolare il macinato, e sfumato con un po’ di vino, decido di aggiungere anche qualche pomodorino tagliato fine, sempre proveniente dalla cassetta.

Arriva il momento di avvolgere la ciccia con il cavolo: non senza difficoltà, perché nonostante la bollitura le foglie del cavolo hanno quella maledetta costa che rimane sempre dura, riesco a produrre degli involtini decenti, abbelliti con fiocchetti di spago, così perché mi sento creativa.

La composizione degli involtini, con i fiocchetti di spago
Il fiocchetto è il tocco di classe

L’ultimo passaggio è quello di tenerli al caldo nel forno fino al momento di essere mangiati. Devo dire che il risultato finale è stato gustoso, se non fosse per il retrogusto amaro di sapere che queste sei foglie di cavolo non hanno per nulla intaccato la riserva che c’è in frigo, e che prima poi andrà fatta fuori.

gli involtini mostrano pudicamente il loro contenuto
Mmm che fame
Pubblicità

3 pensieri riguardo “La sfida della cassetta – “involtini del cavolo”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...